Dustin Hoffman e la storia della Famiglia de’ Medici.

 

Cast Italo-Internazionale per una serie in lingua inglese che parla della splendida storia italiana, questo ed altro sono I Medici - Masters of Florence. Kolossal in 8 puntate in Ultra HD, la prima volta nella storia della televisione italiana che una fiction viene trasmessa con queste caratteristiche! Siamo nel ‘400, no, noi siamo nel XXI secolo, ma la serie fa un grande salto nel passato per arrivare ai tempi di Giovanni de’ Medici. Il protagonista, che viene interpretato da, nientepopodimenoche, Dustin Hoffman, è figlio di un mercante di lana fiorentino, che riesce a diventare banchiere, precisamente il banchiere personale del Papa. Quest’ultimo sancisce che il servizio bancario che offre la famiglia non costituisce usura e dunque peccato, perché l’usura è considerato peccato capitale. La famiglia di Giovanni guadagna molto potere, consolidandosi sempre di più mentre a Roma vengono riscoperte le rovine della classicità. È cosi che i figli di Giovanni, Cosimo e Lorenzo, diventano mecenati di artisti del calibro di Donatello, Brunelleschi, Leonardo e Michelangelo, aprendo ufficialmente le porte al Rinascimento Italiano, e regalando lo splendore di Firenze ai posteri. 

 

La serie prende le mosse però dalla morte di Giovanni, che nella serie tv si scopre essere avvenuta per avvelenamento. Cosimo, che diventa presto il protagonista della serie, assieme a Lorenzo deve dimostrare di essere capace di portare avanti l’eredità paterna. Il caro Dustin, vincitore di 2 premi Oscar e 6 Golden Globe, oltre a 4 David di Donatello, fa una apparizione troppo breve nella serie lasciandoci un po’ l’amaro in bocca. Ma gli sceneggiatori hanno voluto considerare il periodo del Rinascimento e per farlo si sono concentrati sulle figure dei suoi figli, che hanno fatto tanto, tra le altre cose, per l’arte italiana. C’è da dire che la serie dimostra molti errori storici, ma non si tratta di un documentario, dunque prendiamo tutto così come viene. Chissà perché però, ai costumi coloratissimi che si preferivano nel periodo Rinascimentale i registi hanno scelto colori cupi e scuri, forse per dare il senso dell’intrigo del potere e del dramma. Certo è, però, che se i giovani iniziano a credere davvero che Giovanni sia morto per avvelenamento senza indagare sui libri di storia, allora il divertimento diventa pericoloso e anti-didattico, quindi “non va bene”. 

 

Ripetiamo però che non stiamo parlando di un documentario di Alberto Angela ma stiamo guardando una serie tv, che per quanto criticabile vuole solo intrattenere. È bello vedere le donne eleganti del tempo, gli artisti guardarsi attorno e trovare l’ambiente giusto per creare e formarsi. Il denaro regalare bellezza e non solo ricchezza a chi già ne ha tanta. I giovani del tempo dei Medici potevano sperare in un futuro migliore, in una speranza per se e per la famiglia in un Rinascimento morale oltre che storico-artistico, come dimostra questa serie. Certo, gli intrighi che i due “principi” devono affrontare e sciogliere sono affascinanti e complicati, rendendo tutto un meraviglioso giallo da risolvere, ma almeno per una volta una fiction non è solo enigma ma anche bellezza per gli occhi!

 

 

Sarah Felberbaum presenta la sua Maddalena in "Medici" e accenna anche al rapporto che il suo personaggio avrà con Contessina, guarda l'intervista esclusiva nel video qui sotto.

 

Annabel Scholey ha parlato in esclusiva ai nostri microfoni del suo personaggio di Contessina in "Medici".

 

Altri link: